Posted on Lascia un commento

Cessione del quinto: le prescrizioni di Bankitalia

La cessione del quinto è una formula creditizia molto utilizzata dagli italiani e in grande crescita nel corso degli ultimi anni. Una crescita aiutata proprio dalla facilità con cui è possibile ottenere il finanziamento. Allo stesso tempo si tratta di una formula molto controversa, in quanto molto spesso le finanziarie che lo concedono danno vita ad abusi e comportamenti molto discutibili. Tanto da aver spinto un numero sempre maggiore di consumatori a rivolgersi all’Arbitro Bancario Finanziario (ABF), ritenendosi danneggiati.

La stessa Banca d’Italia ha cercato in più occasioni di raddrizzare la situazione, tanto da intervenire ben tre volte per richiamare le aziende creditizie a comportamenti più trasparenti, nel 2009, nel 2011 e nel 2017.

In questa terza occasione la nota emessa ha toccato in particolare il tema relativo all’estinzione anticipata del prestito, chiedendo alle aziende di indicare le somme che dovranno eventualmente essere restituite e quelle che invece non lo saranno. Proprio l’estinzione anticipata è uno dei motivi di ricorso più frequenti, in quanto i conteggi effettuati si rivelano spesso errati, come del resto ripetutamente sancito proprio dall’ABF, che ha provveduto in svariate occasioni a sanzionare le finanziarie condannandole a ripagare i clienti per il torto subito.

Altro tema affrontato da Bankitalia è poi quello relativo agli interessi o more in caso in cui si ritardi nei pagamenti, ove essi siano riconducibili direttamente al comportamento del datore di lavoro ovvero quando questi non abbia prontamente proceduto al versamento della rata alla finanziaria. L’ente di vigilanza ha infatti chiesto alle aziende creditizie di non applicarli, stante l’evidente non colpevolezza dei clienti.

La necessità di informarsi sulla cessione del quinto

Proprio in considerazione di quanto detto, se si vuole procedere alla richiesta di cessione del quinto è meglio informarsi preventivamente sulla serietà dell’azienda cui si intende richiederlo, in modo da evitare l’insorgenza di possibili problemi. Per farlo è possibile ricorrere all’ausilio della rete, ove sono sempre di più i siti in grado di affrontare il tema con grande professionalità e chiarezza. A partire da www.prestiticoncessionedelquinto.it, portale che è riuscito a farsi notare per la capacità di affrontare i problemi collegati al finanziamento in maniera semplice, ma mai banale. Segnaliamo in particolare l’ottimo articolo inerente i prestiti con cessione del quinto per insegnanti statali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *